100 articoli: behind the scenes

Aggiornato il: 15 giu 2020


Immaginate di conoscere durante un master, anzi, cancellate... Immaginate di finire come compagni di banco di una persona diametralmente opposta a voi in tutto.

Pensate sicuramente a che vespaio si creerebbe. E invece, possiamo dirvi che non sempre va così.

Due anni dopo io e Rebecca ci siamo trovate a girare per commercialisti, consulenti del lavoro, fare notte nel labirinto dei bandi europei, sempre insieme.

Poi, sono arrivate le riunioni infinite con il rumore della lavatrice in sottofondo nel mio bilocale, il mio cane Kelly che interferiva di continuo, un dibattito perpetuo tra la sua dipendenza patologica alla caffeina e la mia tendenza principesca ai té più raffinati, pranzi nonna style in cui Rebecca chiedeva pietà e a me sembrava di aver cucinato sempre troppo poco.

Il quattro di gennaio è nato trentapagine. Non è stato un parto doloroso, ma tanto atteso. Da lì, tutte le responsabilità genitoriali del caso: le giornate passate al pc o sui libri per le fonti, la sveglia la mattina incredibilmente presto per correggere, rivedere (o, nel mio caso, scrivere di sana pianta) gli articoli, sempre con l'ansia e l'insicurezza nel chiederci, nonostante l'accuratezza nel preparare il materiale, se tutto fosse stato fatto nel modo giusto.

L'unica certezza che abbiamo è che, nel nostro aggiornarci quotidiano, siamo giudici crudeli reciproche e prime fan l'una dell'altra. Che il nostro essere indefesse e stakanoviste nell'ambito professionale, appartenente ad entrambe, ci protegge dal peso di un articolo al giorno per quattro, a volte cinque, giorni consecutivi, non solo personalmente, ma reciprocamente.

E con spirito di abnegazione e (troppo) impegno siamo arrivate, ieri, a pubblicare cento articoli. Ormai, il marchio di ognuna di noi è assolutamente indiscutibile. Chi ci legge ormai sa distinguere, negli articoli della rubrica #Focuson e #Safari, la mano di Reb e quella di Ale.

Perché siamo come l'acqua e l'olio, questo è vero. Ma il prodotto di questa innaturale mescolanza è un qualcosa che ci rende molto orgogliose. Nonostante non possiamo vantare i followers di chi i seguaci se li compra. Nonostante la pubblicità sempre troppo scarsa.

Speriamo che voi lettori continuiate a seguire il frutto del nostro lavoro finché ci sarà.

Ad maiora!


29 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

© 2023 by The Artifact. Proudly created with Wix.com

  • trentapagine service
  • trentapagineservice