Cinque secoli di storia: il Trinity College di Dublino


La storia della monarchia inglese è, probabilmente, una delle più sviscerate da sempre. Continua a interessare per i suoi drammi, i grandi sovrani, le dinastie forti e le guerre per le religioni, i troni, i confini e le espansioni che nel corso dei secoli hanno riempito interi libri di storia fecondando la fantasia degli scrittori di tutti i tempi. Il rapporto conflittuale, se vogliamo usare un eufemismo, con i “cugini” irlandesi, poi, ha rappresentato una delle pagine più sanguinose del passato, tra rivoluzioni e obblighi, tra diritti e imposizioni, ancora oggi sembra non trovare una tregua davvero duratura. Se una piccola parte del territorio, quello più a nord, ha finito per assecondare il regno inglese, i più stoici rappresentanti del popolo irlandese, dopo l’istituzione della Repubblica, hanno iniziato a condurre vite separate e portare avanti la propria tradizione.

Della Repubblica d’Irlanda, e della sua capitale Dublino, non c’è solo la birra Guinness da annoverare tra le peculiarità nazionali. Terra natale di Oscar Wilde è anche sede, proprio al centro della sua capitale, di uno degli edifici accademici più antichi d’Europa, e della biblioteca ad esso legata.


Il Trinity College, infatti, oltre ad essere un vero e proprio capolavoro architettonico, è il simbolo del tempo trascorso, dei rapporti instaurati con la monarchia Tudor e della benevolenza di una delle più grandi regine della storia inglese, Elisabetta I, che nel 1592 accorda agli irlandesi la fondazione del College of the Holy and Undivided Trinity of Queen Elizabeth near Dublin. La storia dell’edificio universitario, per la verità, inizia ben due secoli prima, nel 1311, per volontà del papato. Tuttavia, con i decenni, la struttura amministrativa, culturale, politica e fisica del College si andata mutando ed espandendo: inizialmente dedicata solo ai frequentatori di fede protestante, è stata aperta al pubblico cattolico nel 1793, ma si è dovuto aspettare il 1903 per vedere l’accesso di una donna al suo interno.

La storia dell’edifico è corsa di pari passo con le insurrezioni, le guerre civili e i cambi di sovrani del Regno Unito, subendo particolari crisi nel 1641, quando il rettore è costretto a fuggire in esilio, e due anni dopo, quando alcuni membri sono espulsi dalle autorità del Commonwealth, fino a una vera e propria disfatta datata 1689, per la quale l’università subisce una totale evacuazione fino ad essere trasformata in una caserma dai soldati di Giacomo II d’Inghilterra.

Fortunatamente non tutto il male viene per nuocere e i vari cambi di gestione di governo hanno collaborato alla creazione e all’espansione dell’imponete biblioteca che ancora oggi racchiude al suo interno una collezione di oltre 4,5milioni di libri, rendendola la più ricca e antica biblioteca del paese.

Tanto per raccontare la grandiosità di questo edificio, bisogna ricordare che la costruzione della cosiddetta Old Library è più recente dell’intero College risalendo, infatti, al ventennio che va dal 1712 al 1732. Una copia di ogni libro pubblicato in Inghilterra e Irlanda trovo posto su uno dei suoi scaffali a partire dal 1801.

La celebrità della biblioteca, tuttavia, sta in alcune chicche che oggi vi andremo a svelare. Sapevate, ad esempio, che nella Old Library esiste una stanza lunga ben 65m contenente oltre 200mila volumi? Si tratta della celebre Long Room, una delle sale più antiche e suggestive dell’intero edificio. Proprio all’interno di questa lunga sala, oltre ai grandi capolavori della letteratura britannica, è custodito il vero tesoro dell’intera biblioteca: il Book of Kells, un manoscritto miniato dei quattro Vangeli redatto in latino e finemente decorato dai monaci di Iona intorno al IX secolo.

Il nome Book of Kells, però, è ripreso dal monastero in cui il lavoro di miniatura fu completato, quello di Kells appunto, nell’Irlanda centrale. Custodito per due secoli e successivamente rubato, riapparve e venne riconsegnato a Kells fino al 1661, per essere infine donato al Trinity College in cui è possibile ammirarlo tutt’oggi.


Set cinematografico di alcune scene dei film della saga di Harry Potter, l’intero edificio del College e la biblioteca si trovano immersi nel verde del parco e dei giardini circostanti, separati dal caos dublinese dal fiume Liffey.

Simbolo della magnificenza e della classe irlandesi, il Trinity College e la biblioteca connessa sono i veri protagonisti della tradizione e della forza culturale dell’intera nazione.

3 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti