La pagina bianca: Jail Guard - Storia di un uomo e del suo destino

Aggiornato il: apr 15

di Christie Lacetti

Quando il tuo mestiere è leggere, ti ritrovi a leggere di tutto. Passi con nonchalance dai grandi maestri alle opere prime di aspiranti scrittori e ti avvicini a ogni testo con la stessa curiosità che ti porta a farti una sola semplice domanda: cosa riceverò, alla fine, da questo libro?

Non ci sono risposte standard, ogni titolo ci colpisce in modo diverso perché entra a contatto col nostro vissuto, inizia a fare parte della nostra vita.

Il libro che vi proponiamo oggi è di una giovane esordiente dalle idee molto chiare. È difficile leggere l'opera d'esordio di qualcuno e trovarti di fronte a un noir, soprattutto di ambientazione anni Cinquanta, eppure, con Jail Guard - Storia di un uomo e del suo destino, accade proprio questo.

In una New York del 1958, ricostruita con mano sapiente, inizia la storia di Jonathan Davenport, un poliziotto dedito alle regole e alla ricerca della verità che si troverà, suo malgrado, in una situazione impossibile da prevedere. Trasferito per lavoro in un riformatorio maschile nel cuore del Maine, JJ si troverà ad affondare in una spirale di menzogne, corruzione, violenza e segreti, in cui nessuno è quello che afferma di essere e la disciplina è solo un eufemismo per sfogare frustrazione e indole aggressiva sui giovani detenuti. Cercando di scoprire chi si cela dietro una serie di omicidi irrisolti che hanno avuto come vittime, negli anni, sia i ragazzi in custodia che un secondino, Jonathan costruirà, insieme ad alcuni fidati colleghi, una sorta di gruppo di ricerca e azione per porre fine alla vergognosa "caccia al coniglio", un usanza in voga sin dall'apertura del riformatorio e accettata senza domande dal direttore della struttura. Connivente o ignaro? Be', questo spetta a voi scoprirlo, ma possiamo dirvi certamente una cosa: tanto di cappello all'autrice, Christie Lacetti, che al suo ingresso nel mondo editoriale ci mette di fronte a un romanzo vecchio stile, costruito con intelligenza e studio, formando l'ambiente in cui si muovono i personaggi senza cadere in discrepanze temporali, senza sbavature e analizzando in maniera estremamente empatica il vissuto dei protagonisti.

Duecentosettantotto pagine che vi faranno affondare nella polizia di mezzo secolo fa, nelle contraddizioni di una istituzione che mette sullo stesso piano giustizia e interessi personali, in uno scontro concreto e realistico che ancora oggi non ha veri vincitori.


Titolo: Jail Guard - Storia di un uomo e del suo destino

Autore: Christie Lacetti

Editore: Maratta Edizioni

Anno di pubblicazione: 2020

N. di pagine: 278


L'autrice:

Christie Lacetti, al secolo Irene De Biase, nasce in Puglia nel 1988. Appassionata di scrittura e sceneggiatura si avvicina al mestiere di scrittrice nel 2019, dopo aver passato circa cinque anni come regista indipendente. Affascinata dalle storie cariche di pathos e suspense, in cui non sempre il lieto fine la fa da padrone, come accade nella vita vera, l'obiettivo futuro è quello di portare su schermo, sotto forma di sceneggiatura cinematografica, le proprie opere letterarie. Jail Guard è il suo romanzo d'esordio ma in cantiere, oltre alla chiusura degli studi accademici, c'è il progetto di altri tre romanzi.


37 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti